Come risparmiare sul costo del veterinario

Salvadanaio (Risparmiare sul costo del Veterinario)

Puoi risparmiare sul costo del veterinario adottando  alcuni semplici  comportamenti virtuosi. Leggi come fare, inizia a risparmiare !

Come risparmiare sul costo del veterinario

Risparmiare sul costo del veterinario si può. La maggioranza dei proprietari farebbe salti mortali, ne siamo sicuri, pur di assicurare  le migliori cure possibili per i propri animali. Ci capita spesso  in ambulatorio di vedere proprietari che, pur in palese stato di difficoltà, preferiscono salvaguardare il benessere del proprio cane o gatto a scapito a volte anche  delle loro necessità primarie. Purtroppo, anche facendo del nostro meglio, certe cure veterinarie possono avere un costo elevato,  ed incidere in modo importante anche sul bilancio di  categorie più agiate. Alcuni farmaci hanno un costo esorbitante, alcune indagini strumentali non sono esattamente a buon mercato e lo stesso dicasi per la chirurgia, in particolare  quella più complessa e specialistica. Il problema dei costi di gestione di un animale domestico va considerato anche per i soggetti in salute. Considerate, per esempio il costo per le visite annuali, per l’alimentazione, per i prodotti antiparassitari, per il bagno, la toelettatura, la pet sitter, la pensione, l’eventuale educatore, il collare, le pettorine, i guinzagli, il capotto, i giochi e cosi via. A conti fatti la spesa annua è certamente sostanziosa tuttavia, vi assicuro, potete massimizzare il benessere del vostro compagno con un impegno finanziario annuo ragionevolmente basso, adottando  alcuni semplici  comportamenti virtuosi, che alla lunga potrebbero farvi risparmiare sul costo del veterinario parecchio denaro e qualche dispiacere altrimenti evitabile.

1. Prevenire è meglio che curare e alla lunga costa meno.

La prevenzione delle malattie è la chiave non solo per avere un animale da compagnia in salute ma anche per risparmiare sul costo del veterinario minimizzando il rischio di dover affrontare un cospicuo esborso di denaro per la diagnosi e la eventuale successiva cura di moltissime patologie. Un esmpio apparentemente banale: l’uso di un antiparassitario  esterno del costo di pochi euro può tenere alla larga le pulci dal vostro micio, specialmente se questo conduce uno stile di vita semi brado. Viceversa, curare L’emobartonellosi felina, patologia trasmessa dalla pulce, può arrivare a costarvi centinaia di euro, lo stesso dicasi per le patologie trasmesse da zecche nel cane. Saltare una visita annuale vi farà “risparmiare” il costo della stessa ma potrebbe significare perdere l’occasione per diagnosticare in tempo utile una malattia facilmente trattabile al suo esordio, esponendovi al rischio di dover affrontare costi di gran lunga maggiori nel tentativo di risolvere un quadro clinico divenuto, con il tempo, più complesso, sempre non tenendo conto del rischio per la vita o la salute a venire del vostro amico. Potremmo elencarvi decine di esempi simili ma il concetto non cambia: risparmiare sul costo del veterinario significa anzitutto prevenzione e prevenire alla lunga costa sempre meno.

Vaccinazioni nel cane

2. Scegliete con cura il vostro veterinario di fiducia.

L’aspetto dei  tariffari applicati  dalle varie strutture veterinarie  non è certamente il primo nella lista dei fattori da prendere in considerazione quando ci si appresta a scegliere un nuovo medico veterinario per il proprio animale, ma è comunque un fattore da considerare, a parità di competenza professionale disponibilità ed attitudine, dei vostri candidati veterinari. Chiedete quindi preventivi per le prestazioni offerte o per la prestazione specifica che intendete eseguire sul vostro animale. Molti veterinari ve li forniranno anche telefonicamente o eventualmente per mail. Sarebbe ancora meglio poter fissare col veterinario,  di cui intendete servirvi, un appuntamento per un rapido consulto non impegnativo per poter  conoscere la persona che si cela dietro il telefono o il camice. Chiedete un preventivo scritto accurato in cui siano specificate le singole voci per la prestazione richiesta, in  modo da poter confrontare il costo effettivo fra le varie strutture. Chiedete se ci sono agevolazioni  per i proprietari aventi più di un animale e per delle prestazioni ripetitive nel tempo (ad esempio per interventi di igiene dentale programmata, check up  preventivi ecc.). Chiedere non costa nulla e non dovrebbe farvi sentire a disagio semplicemente significa che impegnate le vostre risorse in maniera ponderata e corretta.

Ricordate, ad ogni modo, che il rapporto che andrete ad instaurare col vostro veterinario deve partire dal presupposto che questi diventerà, per lunghi anni, colui che sarà deputato a salvaguardare  il benessere del vostro amato compagno animale. Una volta stabilito un rapporto di fiducia reciproca col vostro veterinario sarà sicuramente più facile ottenere da questi pareri spassionati, spesso gratuiti, sulle modalità più convenienti per gestire al meglio il vostro cane o gatto, anche sotto il profilo finanziario. In poche parole, il vostro veterinario di fiducia potrebbe diventare il vostro migliore alleato anche sul vostro risparmio.

Università Medicina Veterinaria

3. Sfruttate le strutture universitarie.

Le facoltà di Medicina Veterinaria coprono tutto il territorio nazionale servendo il territorio di Ospedali Universitari Veterinari, con Istituti di Clinica Medica ed annessi ambulatori, Istituti di Clinica Chirurgica con annesse sale operatorie, Istituti di Radiologia e diagnostica per immagini, laboratori di analisi ed altri,  che effettuano prestazioni di altissimo livello, anche per conto dei privati cittadini. La missione didattica di queste strutture e la mancanza di necessità di sostenere il costo per l’ammortamento degli strumenti, consente agli Ospedali Veterinari Universitari di mantenere un costo  spesso piu’ basso, per le prestazioni, rispetto alle strutture private. Chiedete un preventivo  a queste strutture anche per avere un’idea di massima sul costo effettivo di una prestazione medica o chirurgica.  Non vi scoraggiate se la Facoltà a voi più vicina dista 50/100 Km, il  probabile risparmio sulla prestazione potrebbe superare ampiamente i costi della trasferta. Ospedali Universitari Veterinari Didattici vicini a Modena sono  quelli di Parma, Bologna , Pisa , e Milano.

Alimentazione del cane e del gatto

4. Prestate molta attenzione alla qualità dei pasti che offrite al vostro beniamino.

L’uso di alimenti scadenti incide profondamente sullo stato di salute dell’animale, pertanto il risparmio che viene dall’uso di mangimi a buon mercato, a volte, viene vanificato dalla necessità di cure veterinarie a seguire. Il vostro Veterinario saprà sicuramente orientare la vostra scelta verso un mangime preconfezionato valido anche sotto il profilo del rapporto qualità-prezzo, e sarà in grado di formulare una dieta casalinga bilanciata, adatta al vostro caso, se avete tempo e voglia di cucinare anche per il vostro compagno animale. E’ difficile immaginare che possiate confrontare autonomamente la  reale qualità dei mangimi che l’industria mangimistica immette  sul mercato (è difficile anche per noi che pure disponiamo di maggiori strumenti). Le diciture riportate in etichetta non vi saranno di grande aiuto (“mangime a base di pollo”… quanto pollo, quanto altro a parte il pollo, quali parti del pollo?) ed è meglio perciò farsi aiutare nella scelta. Ricordatevi comunque che la spesa per l’alimentazione è  la voce di maggiore incidenza sul bilancio annuo complessivo dei costi di gestione di un cane o un gatto e che questo fatto è ben noto alle aziende produttrici dei mangimi. Non fatevi impressionare troppo dalla bellezza della confezione o dalle diciture fantasiose (Premium, Super premium, Bio, Natural, Professional, ecc.) e dalla presentazione del pasto ( “Prelibati bocconcini in gustosa salsa di…” ) perché spesso privi di senso pratico se non quello di attirare la vostra attenzione di consumatori paganti. La dicitura sulla confezione non dovrebbe stimolare il vostro palato o le vostre esigenze nutrizionali  ma quelle del  vostro gatto che, come è noto, è poco incline alle buone letture… Individuato il mangime che vi soddisfa, date la preferenza alle confezioni più grandi che abbattono notevolmente il costo per Kg.

5. Evitate di sovralimentare il vostro cane o gatto.

Non solo sprecate mangime costoso ma, peggio,  esponete il poveretto a tutta una lunga lista di patologie connesse all’obesità. Evitate di attentare allo stato di salute del vostro compagno e delle vostre finanze con “coccole caloriche”. Cinque minuti in più di gioco con la pallina equivalgono ad una super coccola e fanno molto meglio alla salute del vostro gatto o cane. Il solito premio calorico non solo non fa bene ma costa soldi che andrebbero semmai convogliati verso un regime dietetico di maggiore qualità. Anche così si può ottenere un risparmio sul costo del veterinario. L’alimentazione di qualità è  cruciale, articoli correlati si trovano nella sezione dedicata del nostro sito.

Spazzolino da denti

6. Controllate attentamente lo stato di salute di denti e gengive.

Una bocca trascurata è una fonte di guai medici e finanziari: abituate il vostro animale ad una igiene dentale quotidiana sin da cucciolo in modo da diradare gli interventi di pulizia professionale (in anestesia). Se il vostro animale è un vero “produttore di tartaro” cercate di programmare col vostro veterinario interventi  di detartrasi cadenzati annuali o semestrali, è probabile che possiate in tal caso spuntare una parcella meno salata. Trascurare l’igiene dentale  aumenterà enormemente non solo i rischi medici per la salute globale del vostro animale, ma anche il costo che dovrete affrontare per interventi odontoiatrici più complessi.

Cane nell'acqua

7. Abituate il vostro cucciolo a farsi lavare in casa.

Molti cani e gatti amano letteralmente il bagno se abituati sin da piccoli e se l’approccio iniziale con l’acqua è stato dolce e graduale. Di certo non è tassativo avere in casa una vasca olimpionica, Oberon ha un box doccia ed è più che sufficiente (è anche vero che Oberon è un cane pocket ed una doccia non sarebbe fruibile per un terranova..).

8. Se possibile, eseguite le terapie farmacologiche presso il vostro veterinario curante.

E’ probabile che lo sconto a lui riservato abbatta il costo terapia. Sicuramente la quantità del farmaco utilizzato sarà quella strettamente necessaria evitandovi lo spreco di eccedenze che ben presto andrebbero in scadenza.

Salvadanaio risparmiare sul costo del Veterinario

9. Sfruttate la potenza di internet  per una approfondita indagine di mercato

Non è detto che il negoziante che avete sotto casa o la farmacia a voi più vicina applichino il migliore prezzo sul mercato per il prodotto in esame (alimenti, prodotti antiparassitari, farmaci, integratori, parafarmaci da banco, vestiario ecc.). Sfruttate la potenza del web per spuntare l’offerta migliore: digitate su Google, ebay, trovaprezzi, “nome del prodotto + prezzo” ed otterrete  le offerte migliori da migliaia di negozi. Considerate sempre anche il costo per la spedizione: molti commercianti offrono la spedizione gratuita altri la offrono con un minimo d’acquisto. In questo secondo  caso basterebbe concentrare l’acquisto di più prodotti, anche diversi fra loro di cui avete comunque bisogno, per azzerare il costo della spedizione e realizzare un vero affare. Anche il canale veterinario potrebbe farvi risparmiare denari: diverse strutture veterinarie gestiscono anche un pet corner dai prezzi molto agevolati: risparmiare sul costo del veterinario dal veterinario è paradossalmente possibile…